Trenitalia ci ripensa: Marcia indietro sulla soppressione degli Intercity

Stop Intercity

A distanza di 24 ore Trenitalia ritorna sui suoi passi, niente più stop ai treni Intercity come annunciato. Resteranno sui binari ma dovrà pagare lo Stato. Sembra tanto un ricatto per attrarre attenzione e incassare qualcosa. Intanto i consumatori restano sul piede di guerra…

Con una nota emessa oggi, Trenitalia annuncia marcia indietro sulla soppressione di 10 Intercity, taglio contro il quale erano insorti ieri i consumatori. Il Codacons, in particolare, si è subito scagliato contro le ferrovie. Oggi fa sapere che: “Continueremo comunque a vigilare nell’interesse dei passeggeri, e siamo pronti ad una raffica di denunce in caso di tagli ai collegamenti ferroviari”.

Nello specifico, qualora il tavolo tra il Ministro dei Trasporti e Trenitalia dovesse portare alla soppressione di uno o più Intercity, il Codacons presenterà una raffica di denunce alle Procure della Repubblica delle città interessate contro la società ferroviaria e i responsabili del Governo, per i reati di interruzione di pubblico servizio e truffa, considerato che la cancellazione di treni più lenti in favore di treni più veloci e assai più costosi, costituisce un artificioso aumento delle tariffe ferroviarie a danno dei cittadini.

Articoli sullo stesso argomento: